Electromagnetic Lab Lecce

L’ElectroMagnetic Lab Lecce (EML2) dell’Università del Salento, diretto dal Prof. Luciano Tarricone, è attivo dal 2001 su varie tematiche di ricerca di base ed applicata. Oltre ai classici temi del CAD di antenne e circuiti elettromagnetici (EM), o dei metodi numerici avanzati per la simulazione EM, il laboratorio è attivo su temi quali l’interazione fra campi EM e sistemi viventi, le tecnologie wireless (con particolare riferimento alla pianificazione ottima di reti di ultima generazione ed alla radiopropagazione), le tecniche riflettometriche nel dominio del tempo, lo studio e l’applicazione di nuovi materiali con particolari proprietà EM (metamateriali, ad esempio), od ancora l’uso di tecnologie avanzate dell’informazione (ontologie, griglie semantiche, agenti) per applicazioni EM. Nella visione della ricerca dell’EML2, la collaborazione con l’industria svolge un ruolo tanto importante quanto quella con il mondo della ricerca, e numerosi sono i rapporti di cooperazione con la piccola, media e grande impresa, come pure i progetti attivi, sia nazionali che internazionali, finalizzati alle applicazioni industriali dei risultati della ricerca.

All’interno dell’ EML2 sono attive tre divisioni: la prima opera sui sistemi RFID, la seconda sui sistemi per la trasmissione wireless di potenza, la terza sulle piattaforme informatiche avanzate.

Relativativamente ai sistemi RFID, le attività di ricerca sono principalmente le seguenti:
realizzazione di tag multisensori (e cioè tag interfacciabili con una molteplicità di sensori eterogenei, in fase di brevettazione)
studio di antenne di nuova concezione per tag operanti in situazioni “complesse”
progettazione di antenne reader a basso costo e con capacità DOA
studio dell’esposizione umana a campi EM generati da sistemi RFID, sia reader che tag
studio di reti di sensori intelligenti a basso costo basate su sistemi RFID

Dal 2007 EML2, ed in particolare la divisione RFID, sono attivi all’interno del C.R.I.T. (Centro Dipartimentale di Ricerca sulla Internet of Things), primo centro di ricerca italiano attivo sui temi della Internet delle Cose, di cui il Prof. Tarricone è cofondatore.

Per quanto riguarda la trasmissione wireless di potenza, presso l’EML2, è attiva una divisione, coordinata dall’Ing. Giuseppina Monti, che sviluppa sistemi per la trasmissione wireless di potenza sia in campo vicino che in campo lontano. Particolare attenzione è dedicata all’indagine di strategie di design che sfruttino supporti non convenzionali (quali i tessuti), al progetto di dispositivi indossabili e di dispositivi per applicazioni di biotelemetria (alimentazione wireless di dispositivi medici impiantati). Altri ambiti applicativi di interesse sono la conversione di energia solare in corrente continua (nanorectenna) e l’alimentazione di sensori (ed in generale di dispositivi a basso consumo di potenza) per applicazioni domotiche (home automation, smart home)

Le attività di ricerca sull’utilizzo della Tecnologia dell’Informazione in ambito elettromagnetico vertono principalmente sulle seguenti tematiche:

  • High performance computing
  • Pianificazione di reti wireless in ambienti distribuiti e paralleli
  • Elaborazione parallela per la risoluzione di problemi elettromagnetici complessi
  • Semantic-oriented systems
  • Sistemi ontologici di supporto alle decisioni
  • Sistemi orientati al contesto